Bici elettriche cinesi: Perché devi disattivare l’acceleratore

Se possiedi una bici elettrica cinese, forse devi disattivare l’acceleratore. Perché? Te lo spieghiamo nella breve guida!

Forse non tutti sanno che l’acceleratore nelle biciclette elettriche secondo la legge europea ed italiana vigente, non è del tutto illegale. O meglio, lo è ma a determinate condizioni. Andiamo a scoprire perché e soprattutto in che modo possiamo tutelarci da questo inconveniente. Se avete una bici elettrica cinese, meglio leggere questa breve guida! Ti spieghiamo perché devi disattivare l’acceleratore dalla tua bici elettrica cinese. Pena, il rischio di prendersi una multa salata.

Che cosa è l’acceleratore nelle bici elettriche cinesi?

Molti modelli provenienti dalla Cina, che siano bici con pedalata assistita oppure Speed Pedelec, sono spesso dotate di acceleratore. E’ una manopola posta solitamente al lato destro del manubrio, che consente di aumentare progressivamente l’andatura della bicicletta, esattamente come faremmo in un motociclo. Questa manopola permette a tutti gli effetti di aumentare e diminuire la velocità della bici elettrica in qualunque momento. Accelleratore appunto.

Perchè vi consigliamo di disattivare l’accelleratore?

L’accelleratore non è illegale, ma vi costringe a fare un utilizzo della e-bike come se fosse un motorino! Questo perchè la presenza dell’accelleratore non rispetta le norme vigenti in zone pedonali e ciclabili. Di conseguenza essendo assimilabile ad un moticiclo per la presenza dell’acceleratore, necessiterebbe prima di tutto di casco, targa personalizzata e soprattutto assicurazione vigente e pagata almeno per sei mesi o un anno, come faremmo per una moto o un motorino. Molti non sono a conoscenza di questo piccolo cavillo della legge italiana, ma le multe per chi venisse trovato in flagranza di reato sono molto severe, con altrettanto severe pene accessorie. Esiste il modo di sorpassare questo piccolo ma fondamentale ostacolo sulle bici cinesi? Si, staccare l’acceleratore. Come si effettua questa operazione?

Un video ben fatto che spiega come disattivare l’acceleratore da una bici elettrica

Come si stacca e si isola l’acceleratore nelle bici elettriche cinesi?

In tutte o quasi le bici elettriche non a norma provenienti dalla Cina, il cavo dell’acceleratore funziona esattamente come in un moticiclo normale. Ogni volta che lo azioniamo, tiriamo un cavo d’acciaio che viene ripartito alla centralina elettrica, e che a sua volta agisce sul motore e sulle ruote, mettendo in funzione l’andamento artificiale. Nelle biciclette elettriche l’acceleratore non esiste, dato che si tratta di mezzi con pedalata assistita, dove la forza di inerzia viene regolata automaticamente dal motore e dalla batteria. Non dal pilota.

Staccare l’acceleratore è piuttosto semplice. Individuato il cavo che esce dalla manopola, basterà seguirlo fino alla scatola di derivazione elettrica che si trova solitamente nel fascione centrale o poco al di sotto, dove risiede il motore. Una volta segnato il filo che dobbiamo tagliare o scollegare, basterà svitarlo o direttamente toglierlo dalla propria sede perchè l’acceleratore non funzioni più. Gli accorgimenti da prendere sono:

  • staccare la batteria prima di effettuare questa tipologia di lavori, onde evitare scarichi di corrente improvvisa,
  • osservare bene lo schema elettrico della bici per evitare di scollegare il filo sbagliato. Tutto in realtà passa da un singolo filo a 5V che collega l’acceleratore alla centralina. Escluso quello il gioco è fatto.

Ovviamente una volta scollegato dal connettore centrale il filo non deve essere lasciato libero di attaccarsi alla superfice della bicicletta, altrimenti continuerebbe comunque a scaricare tensione. E’ consigliabile dunque isolarlo con del nastro nero oppure con un copricavo a norma che ne impedisca la scarica. Medesima operazione va fatta per il connettore che arriva alla centralina ed alla batteria, che va isolato alla stessa maniera.

Si tratta di un cavillo, ma prestate attenzione!

L’effetto dato da un acceleratore come questo, che viene installato su moltissime biciclette elettriche cinesi, è il medesimo dato dalla pedalata assistita che invece è completamente legale. Si tratta ovviamente di un cavillo burocratico e per di più la legge non è molto chiara. Parliamo di un medesimo risultato che viene raggiunto da due meccanismi diversi. Onde evitare problemi la soluzione migliore è affidarsi alla pedalata assistita. Ora che sai perché devi disattivare l’accelleratore nelle bici elettriche cinesiFai tu, ma non dire che non eri stato avvisato!



FIIDO D2S: tra le migliori bici elettriche cinesi (togliete però l’accelleratore!)



WindGoo: Esempio di e-bike con accelleratore (ma senza pedali!!)

2 thoughts on “Bici elettriche cinesi: Perché devi disattivare l’acceleratore”

  1. Salve, ma se invece ho una bicicletta come la himo c26 che funziona con 3 livelli( manuale, pedalata assistita e full electric) non stacco l acceleratore, ma circolo nelle strade con la modalità manuale o a pedalata assistita, si può usare? O devo per forza staccare l acceleratore anche se non uso la modalità 3? Grazie

    1. Per andare sul sicuro e non rischiare multe, noi staccheremmo…
      come fa il vigile che ti ferma a sapere che non usi mai una modalità? Se invece stacchi l’accelleratore non avrà la possibilità di sospettare!
      detto ciò, la vedo dura che un vigile si metta a fermare e a controllare le specifiche di una e-bike.
      Però non si sa mai! Quindi… 😉
      Grazie e continua a seguirci!
      Enrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *